Intervista su Sololibri.net

Riportiamo qui di seguito l’intervista su Camelozampa pubblicata su SoloLibri.net

Pubblicato il 10-02-2011 da Redazione

Nonostante la crisi, anche le piccole case editrici hanno ancora voglia di puntare in alto e mettersi in gioco su progetti nuovi. In contemporanea all’accordo tra Donzelli Editore e Feltrinelli, gennaio 2011 ha visto la fusione delle case editrici Zampanera e Camelopardus, con la nascita diCamelozampa (Blog: https://camelozampa.wordpress.com/)

La casa editrice Zampanera, nata a Monselice (PD) nel 2007, è specializzata in narrativa illustrata per bambini e presenta per i più piccoli due collane coloratissime: “I peli di gatto” (storie illustrate) e “Le piume” (albi a colori).

La casa editrice Camelopardus, nata nel 2006 ad Este (PD), ha il nome latino della giraffa, l’unico animale con i piedi per terra e la testa tra le nuvole. Oltre ad aver portato in Italia la traduzione del famoso “Lo Zebra” di Alexandre Jardin (nella collana Sconfini, dedicata alla narrativa d’autore straniera), Camelopardus presenta altre due collane: “I Draghi” (libri fantasy, dal romanzo al saggio) e “I Trapezisti” (libri di autori emergenti, costretti a qualche salto mortale per farsi notare).

Abbiamo intervistato Sara Saorin, fondatrice della casa editrice Camelopardus, per avere maggiori informazioni sulle novità che questa fusione porterà nel panorama letterario italiano.

- Come vedi la situazione attuale dell’editoria italiana? Dal caso di Feltrinelli e Donzelli e dalla tua esperienza, pensi che l’unione sia la forza in tempo di crisi?

L’accordo di Feltrinelli e Donzelli Editore sembra confermare la tendenza dei grandi editori a condurre vere e proprie campagne acquisti che ricordano il calciomercato, rivolte all’acquisizione di editori medi, gruppi di distribuzione, catene di librerie, autori da tenere in panchina. Quindi il quadro generale vorrebbe da un lato le major sempre più forti, dall’altro i piccoli a farsi la guerra per spartirsi quello che resta del mercato. Già in varie occasioni abbiamo notato quanta diffidenza ci sia tra i piccoli editori, ritrosia a scambiarsi informazioni, gelosia delle proprie conoscenze. Ma non vuol dire tirarsi la zappa sui piedi?

- Come è nata la collaborazione con Zampanera Editore?

Negli ultimi due anni, la collaborazione tra Camelopardus e Zampanera è andata stringendosi sempre di più. Dapprima si trattava di partecipare assieme a qualche fiera, scambiarsi consigli e informazioni, fino ad arrivare, nel gennaio 2011, a unire le due case editrici nel catalogo Camelozampa, darci una politica commerciale comune, presentarci ai distributori come interlocutore unico.

- Per i lettori, la fusione di Zampanera e Camelopardus cosa comporterà? Quali saranno i vantaggi?

Per i lettori e i librai i cambiamenti saranno solo in meglio, perché potranno richiedere i libri di entrambe con un unico ordine, abbattendo le spese di spedizione; proponiamo offerte congiunte, per esempio a Natale abbiamo promosso come regali per tutta la famiglia vari pacchetti Camelozampa (Romantico, Profumato, Geniale…), contenenti un libro per adulti e un albo per bambini. L’aspetto più interessante di questa “convivenza” è la possibilità di organizzare nello stesso luogo e nello stesso momento eventi che coinvolgono lettori di varie fasce di età: gli adulti seguono i reading di Camelopardus, mentre i piccoli partecipano alle letture animate e i laboratori di Zampanera.

- Ci saranno modifiche su quelle che sono le vostre collane attuali? State prevedendo anche progetti comuni?

Al momento le collane già esistenti continuano a essere di pertinenza delle rispettive case editrici: “Le piume” (albi illustrati per i più piccoli) e “Peli di gatto” (narrativa per bambini) di Zampanera, mentre “Sconfini” (narrativa straniera), “I draghi” (fantasy) e “I trapezisti” (autori emergenti) di Camelopardus. Nel frattempo stiamo lavorando a un progetto comune, una collana che getterà un ponte tra le nostre due case editrici. Mettere a disposizione di un altro editore le proprie competenze specifiche può solo essere un’occasione di crescita; è il momento di smettere di guardare i colleghi come avversari, soprattutto in un ambiente complesso come quello editoriale: l’unione crea ricchezze.

- Scarica il catalogo CameloZampa 2011:http://www.zampaneraeditore.it/doc/…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...